CERCA NEL DATABASE

Scopri la cultura del glorioso popolo Klingon

bat’leth

Ott 2, 2021 | Armi

Tipo: spada
Composizione lama: Baakonite
Misure: lunghezza da punta a punta 116 centimetri; diametro della maniglia esterna, 5 centimetri
Peso: 5,3 kg
In uso dal 22° al 24° secolo

La bat’leth, o “spada dell’onore”, è un’arma bianca tradizionale dei Klingon. Di forma simile ad una mezzaluna, con le due estremità affilate, la bat’leth si brandisce dalle tre impugnature poste sul lato opposto della lama.
Al tempo della Guerra Federazione-Klingon del 2256-57, il design comune della bat’leth presentava una coppia interna di lame più corte rivolte in avanti e una coppia esterna di lame più lunghe rivolte all’indietro. (DIS: “Battle at the Binary Stars”)
In una linea temporale alternativa (Star Trek Into Darkness) una pattuglia Klingon nel 2259 brandiva bat’leth con tre paia di lame esterne.

Sebbene i Klingon spesso portino con se i disgregatori, in combattimento preferiscono usare armi a lama, le due più comuni sono bat’leth e mek’leth. (ENT: “Marauders).
Secondo la mitologia Klingon, la prima bat’leth fu forgiata da Kahless l’Indimenticabile nel IX secolo. Kahless tagliò una ciocca di capelli e la gettò nella lava del vulcano Kri’stak, quindi immerse la ciocca in fiamme nel Lago di Lusor e la ritorse in una lama. Dopo aver forgiato l’arma, la utilizzò per combattere il tiranno Molor e poi le diede il nome. Questa storia non è stata registrata in testi pubblici, ma è stata tramandata verbalmente dai chierici Klingon come prova del ritorno di Kahless. (TNG: “Rightful Heir”) (Vedere anche: The Story of the Promise).

La Spada di Kahless fu conservata dai Klingon dopo la morte di Kahless, finché non fu rubata dagli Hur’q quando depredarono Qo’noS approssimativamente 500 anni dopo la sua morte. (DS9: “The Sword of Kahless”)

Tra le armi raccolte dal capitano Gabriel Lorca a bordo della USS Discovery nel 2256, come parte della sua missione per trovare mezzi per aiutare a vincere la guerra Federazione-Klingon c’era delle bat’leth. (DIS: “Magic to Make the Sanest Man Go Mad”)
Worf possiede una bat’leth che è della sua famiglia da dieci generazioni. Dopo che sua moglie K’Ehleyr venne assassinata da Duras, Worf usò quest’arma per uccidere Duras in un onorevole combattimento. (TNG: “Reunion”)
Durante il suo periodo a bordo dell’USS Enterprise-D, Worf addestrò William Riker e Beverly Crusher, nell’uso della bat’leth. (TNG: “The Quality of Life”, “The Pegasus”)
Tom Paris una volta si è allenato nell’uso di un bat’leth in un programma di arti marziali con B’Elanna Torres. Lo considerava il miglior allenamento che avesse mai avuto e, soprattutto, una forma d’arte che richiedeva di usare sia la mente che il corpo. Torres, tuttavia, ha lottato contro la sua eredità Klingon e non ha avuto molto entusiasmo per il programma. (VOY: “Spostato”)
Nel 2380, il tenente Shaxs tentò di regalare un bat’leth al guardiamarina Beckett Mariner dopo aver appreso che era la figlia del capitano Carol Freeman. (LD: “Nessuna piccola parte”)

Di una persona ferita da una bat’leth si potrebbe dire che è stata “bat’lethed”. (VOY: “The Killing Game”).
Secondo T’Pol, la bat’leth è stato descritta come “una spada curva e bilaterale” che “può decapitare la sua vittima con un colpo solo”.
(ENT: “Marauders”).

agg. 02/10/2021

Tutto il testo è disponibile sotto i termini di Licenza Creative Commons BY-NC
Credits di questa sezione Memory Alpha - Copyright
Traduzione Italiana: Italian KlinZha Society